Kronos, dopo aver rifiutato il posto ad Amici 17, pubblica il singolo “Grattacieli”. Ecco l’intervista.

Fabrizio Maffei, in arte Kronos, è nato a Genova nel 1995, ma a pochi mesi dalla sua nascita si trasferisce a Torino, città dove abita tutt’ora. Si esibisce per la prima volta a 10 anni in un ristorante, con “Ci Sarai” di Francesco Renga. Dopo tre anni inizia a scrivere testi con un suo amico, caricati su YouTube sotto il nome “Send“. Dopo diversi anni di scrittura, Kronos prende coraggio e va in uno studio  professionale e nel 2013 cambia il suo nome d’arte in “Fabri”.
Nel 2017 nasce Kronos, il suo alter-ego, il gemello cattivo che tutti abbiamo. Nello stesso anno si presenta ai casting di Amici di Maria De Filippi, ma decide di ritirarsi per finire il disco. Nel 2018 decide di cominciare a fare sul serio e annuncia un nuovo album.

Kronos – Grattacieli (VIDEO)

Kronos: “Con il tempo ho iniziato a progettare un nuovo me” – INTERVISTA

Kronos nasce nel 2017 come l’alter-ego di Fabrizio Maffei e così come il tuo primo disco ufficiale. Quando hai capito di avere “un altro te stesso”?
In realtà Alter-Ego era un progetto premeditato dal 2016, avevo bisogno di cambiare, nonostante ci provassi Fabri continuava a essere il primo punto di riferimento, quindi le canzoni d’amore e non la cattiveria di cui avevo davvero bisogno. Con il tempo ho iniziato a progettare un nuovo me, scavando nella mia stessa anima, se Fabri è il 99% di me io mi sono messo a cercare l’1% che avrebbe cambiato il tutto. L’ho trovato, purtroppo tutto il male che subisci ti si forma dentro e se non lo fai uscire diventa sempre più grande, la situazione è sfuggita di mano però ora Kronos è una realtà e ha preso il 60% di quello che prima era solo Fabri. E tutta quella cattiveria mi ha portato a essere ciò che sono tutt’ora.

Poche settimane fa è uscito “Grattacieli”…
Sì, Grattacieli è l’inizio di una nuova era. Quest’anno abbiamo numerosi progetti (insieme a Emanuel il mio manager e a Van God) per portare a un livello ancora più alto la mia musica, e in “Grattacieli” ho voluto fare un ritorno al passato, si rivede il Fabri che molte persone amano ancora, Grattacieli è raccontata come se fosse un sogno, parla di un ragazzo che vorrebbe tornare insieme alla ragazza che ama, e le parla attraverso i suoi sogni, ci sono varie parti che collegano me e la mia ex, il giorno di San Valentino ci siamo lasciati nella piazza sotto casa mia, per quello “Il tempo si è fermato in quella piazza”, a volte ritornare al passato ti riporta letteralmente al passato, e la mia testa a volte ritorna nel passato più bello che è diventato un incubo, e noi siamo in quella piazza che ci salutiamo per l’ultima volta.

Come avevamo annunciato in un precedente articolo (qui per leggerlo), sei stato chiamato ad Amici 17, ma successivamente ti sei ritirato. Qual è il motivo di questa scelta?
Per la gioia di chi mi segue, finalmente uscirà la verità. Premetto che non ho nulla contro la redazione di Amici, anzi sono stati molto cordiali quando mi hanno chiamato, e lo sono stati anche in questi giorni quando mi hanno richiamato. Prima di tutto ho rifiutato per questioni personali che non mi va di rendere pubbliche (essendo argomenti estremamente privati), quello che mi sento di dire è che quel mondo non lo sentivo mio, purtroppo ho sempre pensato di avere una testa sulle spalle per prendere decisioni sia su di me che sulla mia musica, e mi sono “spaventato” vedendo la fine che hanno fatto i rapper delle scorse edizioni. Io sono uno che non molla, ci tengo a precisarlo, ma sotto pressione non ho sopportato, forse era troppo presto anche per me, era tutto nuovo, non voglio fare spoiler ma la chiamata che ho ricevuto in questi giorni mi ha, anzi, mi sta facendo riflettere molto su un mio ritorno a Roma, ma per ora mi limito a dire questo senza anticipare nulla, come dicevo ci sono molti progetti, soprattutto per quest’estate, se qualcosa di importante accadrà sarete i primi a saperlo.

Prima di concludere, quest’anno uscirà il nuovo album – “Anima Persa”. Puoi anticiparci qualcosa?
Anima Persa rientra nella categoria di canzoni in stile Fabri, quindi non ci sarà più un Kronos immaginario ma un Kronos divenuto realtà, parlerò molto di me in prima persona inserendo nella canzone pezzi della mia vita. Sono frammenti dell’anima dove prima “abitava” Fabri” ormai lasciata a Kronos, non posso dire nulla, né fare tanti spoiler, ma quest’anno sento che sarà il mio anno e farò un grosso passo in avanti, sono carico, siamo tutti carichi, usciremo il 15 Dicembre in copia fisica facendo anche merchandising con molte novità che scoprirete col tempo.

Enzo Bellini

Enzo Bellini.
Editore e promoter.
Appassionato alla musica a 365°.

View all posts

Iscriviti alla newsletter per tutte le ultime notizie!

Seguici sui social