Luca Cassano pubblica il nuovo progetto da solista. Il progetto solista si intitola “Le Rose e Il Deserto”.

Le rose e il deserto è il progetto solista di Luca Cassano, cantautore classe 1985 nato in Calabria ma milanese di adozione.
Come un Tuareg metropolitano, Luca Cassano osserva col binocolo le dune, alla ricerca delle poesie che spontaneamente affiorano dalle sabbie della sua immaginazione desertica. Il testo è al centro della sua ricerca: il suo interesse è nei suoni e nelle immagini che le parole, anche senza musica, sono in grado di evocare.

Luca Cassano – Cocchi Sparsi

Luca Cassano, “Le Rose e il deserto”

Luca Cassano è un ricercatore universitario per professione, lettore vorace ed appassionato di poesia, Inizia a lavorare alle canzoni per il suo album d’esordio (Cocci sparsi) nella primavera 2017. Ad oggi le canzoni ci sono, ma l’album è ancora sconosciuto al grande pubblico, poiché non è ancora stato pubblicato.
Prima di lanciare il suo progetto solista, Luca Cassano ha suonato nei locali milanesi con le band Citofonare Colombo e Il quinto piano. In entrambi i gruppi Luca cantava e suonava chitarra ed ukulele.
Le rose e il deserto è un progetto con due anime. Da un lato ci sono le rose e l’esigenza di esternare ansie e paure, il mio rapporto con le passioni e con i miei genitori, il mio amore/odio con la città in cui vivo. Dall’altro lato c’è il deserto: la voglia di scrivere per gridare contro certe ingiustizie che ancora oggi siamo costretti a vedere quotidianamente, per esempio il razzismo sempre più dilagante. Penso che le rose e il deserto catturino questi due aspetti e queste due esigenze della mia scrittura“, dichiara Luca Cassano. Le rose hanno scritto pezzi come Chissà com’è, Pirati, Cocci sparsi, 1/3 in cui l’introspezione la fa da padrona, riflettendo sul proprio passato, i propri genitori, le proprie paure. Il deserto invece può reclamare la paternità di Fiori e maledizioni, Trasporti di erbe aromatiche e Non c’è neanche il mare, pezzi in cui si riflette sulla condizione dei migranti in Italia, A chi appartiene la notte, in cui si parla di lavoro e di carceri e Stefano, una riflessione sul caso Cucchi” continua Luca Cassano.

Commenta su Facebook!

Enzo Bellini

Enzo Bellini | Classe 1998 | Novara

View all posts